pubblicato il 29 marzo 2019

Irrigazione a goccia, le cinque principali caratteristiche di un impianto di qualità

La progettazione del sistema irriguo a goccia sotto la lente nel nuovo libro di Piero Santelli, che ne svela ogni aspetto coinvolto attraverso un approccio pratico e diretto

TAGS: Microirrigazione, Irrigazione, Fertirrigazione, Formazione, Libro

E' uscito l'ultimo libro di Piero Santelli intitolato "Impianti di irrigazione a goccia per le colture agrarie".
L'opera, suddivisa in 17 capitoli, accompagna il lettore attraverso argomenti complessi ma spiegati in modo al contempo semplice e professionale. Il libro si rivolge al progettista, all'installatore ma anche al tecnico e all'agricoltore e a chi interessa capire come è fatto, come funziona e come avere un efficiente impianto irriguo. 

325 applicativi Excel scaricabili dal sito dell'editore Dario Flaccovio rendono l'opera uno strumento di lavoro completo.

VIDEO di presentazione del libro

L'irrigazione delle piante con micro-portate (goccia) rappresenta senza dubbio una delle metodologie irrigue che permette una gestione oculata della risorsa acqua, sempre più limitata.

La somministrazione di acqua a rilascio lento e localizzato che, pur non riducendo il fabbisogno idrico di una pianta, consente di minimizzare tutte quelle inevitabili perdite di acqua che si verificano, ad esempio, in un impianto irriguo per aspersione, (in pratica una migliore efficienza di utilizzo).

La sola scelta del sistema a goccia non è però di per sé sufficiente a garantire un efficiente impiego dell'acqua, in quanto si tratta a di impianti che per loro natura richiedono una progettazione idraulica abbastanza complessa. Ignorare alcuni semplici ma importanti aspetti progettuali, possono trasformare un impianto irriguo a goccia di precisione, (potenzialmente efficiente), in un'opera costosa, problematica e, non in grado di soddisfare i fabbisogni idrici delle colture, né tanto meno capace di conseguire l'auspicata riduzione degli sprechi idrici.

5 punti per capire in cosa si differenzia un impianto a goccia progettato a regola d'arte da uno progettato male?....continua a leggere su Agronotizie

Fonte: Agronotizie