pubblicato il 04 aprile 2011

Ecolink: un prodotto innovativo ricavato filando carta da cellulosa vergine

Legature biologiche, affidabili e veloci in viticoltura, vivaismo, frutticoltura e ortaggi allevati in verticale.

    In agricoltura molto spesso il problema non è unire, collegare, ma evitare che questa operazione lasci nel tempo residui indistruttibili nell'ambiente o comunque ecologicamente ingombranti. Va in questa direzione un prodotto nuovo a base di carta sviluppato per impieghi di fissaggio e legatura e che, come tutte le grandi idee, si rivela semplice ed innovativa al tempo stesso.
   L'azienda produttrice è leader mondiale nella lavorazione della carta: questo materiale, antico e nobile, viene reso in forma di filato, sotto diverse formulazioni, per essere utilizzato come spago o legaccio nelle varie situazioni che l'imprenditore agricolo incontra nel suo ciclo produttivo.

   Nelle foto allegate, ad esempio, lo vediamo utilizzato come filo di contenimento della vegetazione verde nel vigneto, posizionato mediante macchine apposite: nei tre anni di prova (2008-2010) il prodotto ha rivelato piena adattabilità a questo tipo di impiego.
Ecolink: un prodotto innovativo ricavato filando carta da cellulosa vergine   Nel caso specifico il cordoncino utilizzato presenta tre capi, ciascuno dei quali possiede una resistenza pari al polietilene di uguale diametro. E' tuttavia disponibile una formulazione alleggerita costituita da due capi, comunque sufficiente per svolgere la funzione richiesta.

   Nel frutteto industriale il prodotto è stato testato in sostituzione del filo in PVC per posizionare nell'esatta inclinazione le branchette fruttifere delle pomacee. In questo caso è stato utilizzato il filato piatto con diametro 4,5 mm in grado di sopportare anche la trazione di branche già robuste e formate.

   L'allevamento verticale delle ortive in serra e non  (pomodoro, peperone, cetriolo, ecc..) deve confrontarsi con l'enorme mole di materiale plastico utilizzato per il sostegno delle piante e che dev'essere smaltito a fine ciclo. 
   Il filato di carta può limitare le problematiche di smaltimento in quanto, essendo un prodotto completamente naturale, non necessita di essere separato dalla vegetazione. 
   Per approfondire la conoscenza delle caratteristiche tecnologiche del filato la Facoltà di Agraria di Firenze (D.E.I.S.T.A.F.) ha avviato una serie di sperimentazioni di laboratorio al fine di saggiarne il comportamento nelle diverse condizioni d'uso.

   Nella tabella inserita nel PDF vengono riportati i risultati dei primi test effettuati nei quali si evidenzia come solo le situazioni di elevata umidità possano provocare un abbassamento delle prestazioni di resistenza al carico ma non fino al punto da annullare la positività dell'azione.  SCARICA IL PDF
   Ecolink è stato presentato ad EIMA 2010 nella sezione Eima-Lab (Vetrina delle novità) riscuotendo notevole interesse ed apprezzamento da numerosi visitatori italiani e stranieri.
Per contatti ed informazioni:
Centro Plast srl
Loc. Ossaia, 32/b - 52044 Cortona AR
Telefono: 0575 - 67522 Fax 0575 - 679857
http://www.centroplastsrl.it/scheda-prodotto/irrigazione/agricola/p13-ecolink
centroplast@centroplastsrl.com
Referente prodotto:
Mario Perferi
cell. 348 - 3990111
e-mail: mario.perferi@centroplastsrl.com