pubblicato il 17 agosto 2018

Coltivazioni in Floating System su supporti galleggianti in vasche.

In un VIDEO "7 Fasi" per vedere come coltivare in Floating System

TAGS: Fertirrigazione, Fuori suolo, Idroponica, Floating System

Il Floating system è un sistema di coltura che come strato di coltivazione non utilizza il terreno, ma soltanto l’acqua arricchita di soluzioni nutritive.
   Il terreno, spesso si trova in condizioni agronomiche e fitosanitarie tali, da non permettere più una sana coltivazione senza ingenti interventi chimici per controllare patogeni tellurici e malerbe. Il divieto d’utilizzo del bromuro di metile ha portato gli agricoltori a cercare una tecnica innovativa sostitutiva per poter continuare l’attività.

In un VIDEO "7 Fasi" per vedere come coltivare in Floating System

  Il sistema prevede l’impiego di vasche impermeabili, rivestite in materiale plastico, riempite con una soluzione nutritiva completa di macro e microelementi, per un’altezza variabile tra i 10 e i 30 cm che viene arieggiata mediante il ricircolo ad intermittenza. E’ un sistema che nel tempo ha trovato diverse applicazioni, che si distinguono tra loro per la dimensione ed il volume della soluzione nutritiva e per le modalità di ricircolo ed ossigenazione della soluzione.

   Nelle vasche, sull'acqua (contenente gli elementi nutritivi) galleggiano dei contenitori alveolati di polistirolo ad alta densità, provvisti di fori, che fungono da supporto per le piante in coltivazione. In questi pannelli, per poter praticare la semina diretta della coltura si riempiono i fori a sezione troco-conica con un mix di substrati a base divermiculite e perlite che ospiterà il seme. Per il trapianto invece, si utilizzano pannelli con fori di varia grandezza ed adeguatamente spaziati, posizionando le piantine, i bulbi o i cubetti di semina utilizzando un substrato, spesso un mix di torba bionda e comunque caratterizzato da elevata capillarità e basso peso specifico.

   La semina diretta in contenitori alveolari è una tecnica prevista per la produzione diinsalate da taglio (lattughino, radicchietto, rucola, basilico e altro) o vivaismo (piantine di tabacco). La semina avviene nelle scanalature direttamente sui pannelli che prima di essere messi sulle vasche possono stazionare fino all’emergenza in celle di germinazione.
   Nel caso del trapianto si fa riferimento a specie come le lattughe da cespo, basilicoe altre specie aromatiche commercializzate in vasetto, i fiori recisi, ecc. Vengono utilizzati pannelli di materiale espanso, polistirolo ad alta densità o altro, provvisti di fori di varie dimensioni che interessano tutto lo spessore, riempite con substrato quale perlite, sabbia grossa, lana di rocciavermiculite o altro. L’apparato radicale della pianta si sviluppa all’interno della vasca risultando completamente o parzialmente immerso nella soluzione nutritiva. 
   Gli impianti specializzati esistenti sono tutti dotati di doppio sistema di riscaldamento acqua e aria in modo da garantire condizioni termoigrometriche in grado di prevenire attacchi patogeni.

   E’ un sistema interessante per i contenuti costi di realizzo e gestione, dovuti alla limitata presenza di dispositivi automatici di controllo e correzione della soluzione nutritiva. La brevità del ciclo colturale non rende necessario reintegrare gli elementi nutritivi nella soluzione, solo tra un ciclo e l’altro, vengono corretti il pH e la conducibilità elettrica con l’aggiunta di acqua, soluzione concentrata e acido.
   L’unico controllo necessario durante la coltivazione riguarda il contenuto di ossigeno che deve mantenersi su valori prossimi a 5-7 mg/lt. Essendo il ciclo chiuso si rende sempre necessaria la filtrazione della soluzione nutritiva per evitare lo sviluppo di patogeni. 
Il sistema più semplice di ossigenazione consiste nel far circolare, a mezzo di una pompa, parte della soluzione nutritiva attraverso una tubazione in cui viene installato un tubo Venturi in grado di aspirare aria dall’esterno. 
E necessario evitare che un’eccessiva movimentazione perché, potrebbe danneggiare i delicati apparati radicali e mettere in soluzione eventuali essudati radicali che normalmente si depositano sul fondo delle vasche. Altri sistemi d’ossigenazione possono essere rappresentati da spruzzatori d’aria e di spruzzatori.

   Il floating system rappresenta un sistema particolarmente adatto per la coltivazione di prodotti destinati per la IV gamma, in quanto assicura elevati livelli produttivi caratterizzati anche da buone caratteristiche qualitative.
Il contesto in cui s’inserisce il prodotto di IV gamma, (identificando con questo termine i prodotti ortofrutticoli freschi minimamente trattati e cioè lavati, tagliati e confezionati), è quello di un mercato che si amplia e si globalizza, dove il consumatore mostra una maggiore attenzione verso alimenti pronti all’uso e ricchi di servizi. 

   Da un’esperienza di floricoltori olandesi, si potrà intravedere per il prossimo futuro, anche per i nostri floricoltori, una espansione su larga scala di questa tecnica per la coltivazione di iris ed altre bulbose da fiore reciso come narcisi giacinti e tulipani, infatti l’idrocoltura non richiede tecnologie molto sofisticate e consente di ridurre notevolmente i costi di produzione.